Risparmia energia quando non sei al computer

Questa schermata consente al tuo monitor di consumare meno energia quando il computer resta inattivo o quando ti allontani.

Per riprendere la navigazione ti basterà cliccare un punto qualsiasi dello schermo.

CONTO TERMICO 65%

Hai tempo fino al 31.12.2020

Ricevi un rimborso sul conto corrente fino a 5000 euro entro due mesi.

La nuova legge di bilancio 2020 ha confermato l'incentivo Conto Termico.

 

Ci sono fondi per 900 milioni di euro annui, di cui 200 destinati alle Pubbliche Amministrazioni, ma pochi lo sanno. Per questo l’incentivo Conto Termico è un vero e proprio rimborso, “facilmente” accessibile se fai il lavoro entro il 31 dicembre 2020.

 

Con un bonifico direttamente sul proprio conto corrente, il GSE (Gestore Servizi Energetici) restituisce nel giro di pochi mesi fino al 65% della spesa effettuata per incrementare l'efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili, indipendentemente dal reddito IRPEF/IRES.

 

Affida a noi le tue pratiche burocratiche: i nostri consulenti specializzati nel Conto Termico garantiscono il rimborso entro 90 giorni dall’invio.

 

Elenchiamo alcune informazioni utili che trovi sul sito del GSE (Gestore Servizi Energetici) alla pagina dedicata al Conto Termico.

 

Si può accedere al Conto Termico in caso di:

- sostituzione di vecchi generatori di calore (a gasolio, a carbone o ad olio combustibile) con nuovi apparecchi a biomassa quali stufe, caldaie, caminetti a legna o pellet;

- pompe di calore e impianti ibridi a pompa di calore;

- pannelli solari termici;

- coibentazione;

- sostituzione infissi;

- sistemi di schermatura e ombreggiamenti

- edifici a energia quasi zero

- sistemi efficienti di illuminazione

- building automation

 

Inoltre il Conto Termico è cumulabile con altri incentivi di natura non statale e nell'ambito degli interventi precedentemente indicati. Finanzia inoltre il 100% delle spese per la Diagnosi Energetica e per l'Attestato di Prestazione Energetica (APE) per le PA (e le ESCO che operano per loro conto) e il 50% per i soggetti privati e le cooperative di abitanti e quelle sociali.

 

Ultimo aggiornamento 29 marzo 2020

Richiedi un preventivo

Scrivici per informazioni o per avere un preventivo gratuito

    Accetto la Privacy Policy