Risparmia energia quando non sei al computer

Questa schermata consente al tuo monitor di consumare meno energia quando il computer resta inattivo o quando ti allontani.

Per riprendere la navigazione ti basterà cliccare un punto qualsiasi dello schermo.

Caldaia a condensazione

Tutti i vantaggi

Perchè acquistare una caldaia a condensazione conviene.

Nuova tecnologia, risparmio energetico, economico e rispetto per l'ambiente.

COME FUNZIONA
In una caldaia a condensazione, il calore dei gas di scarico viene recuperato condensando il vapore acqueo. Questi gas sono il risultato della combustione che serve per scaldare l’acqua: la caldaia a condensazione raffredda il vapore, ne estrae il calore e l’energia ottenuta è utilizzata per preriscaldare l’acqua di riscaldamento fredda. L’acqua poi viene riscaldata di nuovo per raggiungere la temperatura desiderata. Durante questo processo, si condensano piccole quantità di acque reflue poco acide (pH 4-5) che possono essere smaltite nello scarico.
In pratica, quello che nelle caldaie tradizionali avrebbe causato danni – la condensa – in questi generatori di calore diventa una risorsa che porta a risparmi energetici fino al 35%.

 

CONSEGUENZE POSITIVE DI QUESTA TECNOLOGIA
- La temperatura dei fumi di scarico è più bassa rispetto a quelli generati da una caldaia tradizionale, perché gli è stato sottratto calore.
- Per raggiungere la corretta temperatura dell’acqua di riscaldamento, la caldaia a condensazione utilizza meno combustibile, quindi con risparmio per l’utente, minore inquinamento e sfruttamento energetico.

 

VANTAGGI
- Ottima efficienza energetica, fino al 98%
- Risparmio energetico medio fino al 35% rispetto ad una caldaia tradizionale
- L’unico generatore di calore a oggi in grado di raggiungere la classe energetica A
- Minore costo di riscaldamento
- Basse emissioni di sostanze inquinanti
- Bassi costi di investimento
- Affidabilità, in quanto prodotti nuovi e altamente tecnologici
- Dispositivi di termoregolazione anche a distanza con APP sul cellulare
- Possibilità di connetterla con impianti solari, pompe di calore, bollitori
- Il risparmio energetico può arrivare al 50% se il generatore a condensazione viene combinato con un sistema solare termico per la produzione di acqua sanitaria
- Deroghe rispetto all’obbligo di collegamento a camini, canne fumarie o sistemi di evacuazione sopra il tetto: possibilità di scaricare i fumi direttamente in facciata, con condotti più corti e più facili da realizzare.

 

INQUINAMENTO
Riduzione fino al 70% delle emissioni di:
- ossidi di azoto NOx
- monossido di carbonio CO
- particolato atmosferico (PM10 e PM2.5).

 

LE CONDIZIONI IN CUI E’ CONVENIENTE
- immobile residenziale medio-grande
- riscaldamento acceso per molte ore a bassa temperatura.
- zona climatica fredda
- immobile ben coibentato

 

COSTI
Negli ultimi anni il prezzo d’acquisto di una caldaia a condensazione è diminuito. Rimane maggiore rispetto a quello di una caldaia tradizionale, ma si può ammortizzare in pochi anni. Tra i costi bisogna calcolare anche la spesa per:
- manodopera
- realizzazione dello scarico della condensa
- realizzazione del sistema di trattamento della condensa
- nuova canna fumaria (o adeguamento di quella esistente)
- smaltimento del vecchio impianto (nel caso della sostituzione)
- manutenzione.

 

INCENTIVI FISCALI
Per l’acquisto e l’installazione di una caldaia a condensazione è possibile usufruire di alcune agevolazioni fiscali.
- ECOBONUS: detrazione pari al 50% o al 65% delle spese sostenute
- IVA AGEVOLATA ridotta al 10% (applicabile sulla manodopera, cioè fornitura e posa di una nuova caldaia, esclusivamente nell’ambito degli interventi di manutenzione straordinaria, restauro/risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia)


LA LEGGE
L’Unione Europea ha reso operativa dal 26/9/2015 la direttiva ErP (nota anche come “Ecodesign”) che:
- fissa una soglia limite alle emissioni di anidride carbonica nell’aria, da raggiungere entro il 2020
- impedisce la produzione delle caldaie tradizionali a camera stagna
- impone ai produttori di immettere sul mercato solo caldaie a condensazione:
Non è obbligatorio scegliere una caldaia a condensazione, ma è un forte suggerimento da parte dell’Unione Europea e ben presto le caldaie tradizionali saranno introvabili.

 

Ultimo aggiornamento 22 marzo 2019

Richiedi un preventivo

Scrivici per informazioni o per avere un preventivo gratuito

Accetto la Privacy Policy